Affiliate marketing cos'è e come farlo

Migliaia di content creator, influencer, imprenditori digitali e testate online l’affiliate marketing per ottenere milioni di entrate ogni singolo mese.

Così fanno siti web di tutto rispetto come Fanpage e Gazetta in Italia, ma se guardiamo i big troviamo New York Times e Forbes.

Ma ottenere entrate passive non è così semplice come inserire link di affiliazione sul tuo blog.

In effetti, la maggior parte dei principianti che provano il marketing di affiliazione non riescono a vedere le entrate promesse da innumerevoli blog e video su Internet.

Continua a leggere per evitare gli errori comuni che spesso bloccano. Impara i più importanti step da fare nell’affiliate marketing per avere successo.

Ecco la mia guida per iniziare con il marketing di affiliazione nel modo giusto:

Affiliate marketing: cos’è?

L’affiliate marketing è la pratica di promuovere i prodotti o i servizi di un’altra persona o azienda in cambio di una commissione sulla vendita risultante.

Gli affiliate marketer aderiscono ai programmi di affiliazione, trovano prodotti affidabili da promuovere e quindi condividono tali prodotti con il proprio pubblico.

Più vendite fai, più soldi guadagni.

Ecco una panoramica di come funziona il marketing di affiliazione:

Affiliate marketing: come funziona?

  1. Condividi un link di affiliazione sul tuo sito, blog o in un post sui social media
  2. Un cliente fa clic sul tuo link di affiliazione
  3. Il cliente viene reindirizzato al sito Web dell’inserzionista
  4. Il cliente viene tracciato tramite un cookie
  5. Il cliente effettua un acquisto
  6. Un programma di affiliazione ti attribuisce l’acquisto ed emette una commissione
  7. Le commissioni vengono visualizzate nella dashboard dove ti sei registrato per quel programma di affiliazione
  8. Vieni pagato ogni mese

Poiché non sei responsabile della consegna di un prodotto o servizio, il marketing di affiliazione è a basso rischio. Non hai bisogno di una laurea in marketing o di qualifiche specifiche per essere un di successo. Con le giuste risorse, quasi chiunque può generare entrate dall’affiliazione.

Affiliate marketing: come iniziare in 6 semplici step

Ecco il punto chiave che devi capire se vuoi diventare un’affiliate marketer:

Guadagni una commissione in cambio delle informazioni che fornisci su prodotti o servizi che i lettori stanno già pensando di acquistare.

In altre parole, i tuoi lettori hanno già un’intenzione di acquisto indipendentemente dal fatto che tu gli dia o no, una serie di consigli.

La domanda è: potresti aiutarli a prendere una decisione migliore di quanto potrebbero fare da soli?

Perché è lì che aggiungi valore. Guadagni una commissione perché aiuti le persone a prendere decisioni più intelligenti.

Poi c’è il guadagno che dipende fortemente dalla nicchia che scegli. Quindi devi sapere bene la nicchia prima di iniziare l’affiliate marketing.

Ecco i passaggi necessari per iniziare con il marketing di affiliazione:

1. Scegli una nicchia per il marketing di affiliazione

Scegli una nicchia per il marketing di affiliazione

Puntare tutto sulle ultime mode può portare a problemi quando queste tendenze finiscono.

Fare invece una ricerca per scegliere la nicchia è la cosa migliore che puoi fare per assicurarti che la tua attività di affiliazione abbia un potenziale di guadagno alto e passivo nel tempo.

Nel processo, devi analizzare il panorama competitivo e conoscere i programmi di affiliazione disponibili nella tua nicchia per essere in grado di creare una strategia di marketing sostenibile e un piano di contenuti.

Ecco il processo di ricerca della nicchia:

Ricerca di una nicchia

Se stai cercando idee per una nicchia, ci sono molti strumenti di ricerca gratuiti che puoi usare. Rapidamente, ecco tre strumenti popolari per la ricerca di una nicchia:

Ahrefs: è come gli occhiali a raggi X per Internet, in generale, ti aiuta a comprendere concorrenti, parole chiave e contenuti.

Google Trends: argomenti e ricerche di tendenza, organizzati per area geografica.

Exploding Topics: è una buona alternativa a Google Trends, anche se limita un po’ i dati disponibili nella versione gratuita.

Detto questo, se stai iniziando a fare marketing di affiliazione senza soldi o con un budget limitato, ti consiglio di scegliere un argomento che ti appassiona. In questo modo, non ti annoierai né odierai la tua nicchia quando scrivi più di 50 articoli sull’argomento.

Ma un argomento che ti piace non è sufficiente: deve essere in grado di fare soldi.

Ancora una volta, strumenti come Google Trends sono utili per analizzare le nicchie. Con ogni probabilità, vorrai scegliere una nicchia sempreverde che generi reddito tutto l’anno, ogni anno.

Infine, è anche importante comprendere la concorrenza per trovare il tuo punto di ingresso nel mercato.

Potresti voler avviare un blog sulle VPN (una delle nicchie di affiliazione più redditizie), ma la quantità di capitale e i contenuti necessari per competere potrebbero essere fuori dalla portata dei principianti.

Cerca nicchie di media concorrenza, dove puoi servire meglio un pubblico più ristretto, distinguerti ed espanderti in seguito.

Per scoprire di più leggi: Selezionare una nicchia per l’affiliate marketing in 5 passaggi

2. Scegli la piattaforma giusta

Scegli la piattaforma giusta per l'affiliate marketing

Con una nicchia in mente, è il momento di decidere dove pubblicare i tuoi contenuti di affiliazione.

Ci sono due scelte principali per chi inizia con il marketing di affiliazione: un sito web o un canale social come YouTube.

Youtube

YouTube può essere un luogo eccellente per far crescere un pubblico, costruire un brand e promuovere prodotti di affiliazione a un pubblico che si fida dei tuoi consigli.

Ma ci sono alcuni aspetti negativi nell’iniziare con un solo canale YouTube:

Il video richiede più tempo per essere prodotto rispetto al contenuto scritto. Il che limita la quantità di contenuti che puoi creare quando inizi il tuo progetto.

I video sono più difficili da esternalizzare. Soprattutto se sei il volto del canale, significa che dovrai essere coinvolto in ogni video.

Più difficile far crescere la tua mailing list. YouTube non ha un modo integrato per raccogliere abbonati e-mail. Eppure, l’e-mail è uno dei canali più efficaci per il marketing di affiliazione.

I canali YouTube tendono a fare meno soldi con gli affiliati. C’è semplicemente più attrito nell’ottenere clic sui tuoi link di affiliazione da un video rispetto ad un post del blog ben ottimizzato.

Crea un blog o un sito web

Costruire un blog o un sito Web per il tuo brand personale ti consente di creare una base di partenza per i tuoi contenuti di affiliate marketing. Quindi puoi utilizzare i tuoi account di social media per indirizzare il traffico verso il tuo sito web.

Hai più controllo sull’aspetto del tuo blog e del tuo sito web rispetto ai social media.

In definitiva, è fantastico avere sia un sito Web che un canale social come YouTube. L’incorporamento di video su un sito Web affiliato è anche un ottimo modo per aumentare la conversione. Ma se sei un principiante, probabilmente troverai più facile iniziare il marketing di affiliazione con un blog.

3. Scegli programmi di affiliazione redditizi

Scegli programmi di affiliazione redditizi

Iscriversi ai programmi di affiliazione è facile. Ma espandersi troppo è uno dei principali errori del marketing di affiliazione commessi dai principianti.

Vuoi iniziare con un numero finito di programmi di affiliazione con buone commissioni, solide conversioni e domanda affidabile.

Ecco tre modi chiave per scegliere un buon programma di affiliazione:

  1. Volume alto, commissioni basse. Ciò include la maggior parte dei siti affiliati di Amazon. Per guadagnare $ 5.000 al mese con il 5% di commissioni, devi generare $ 100.000 di entrate per Amazon. Se il cliente medio spende $ 100, sono 1.000 ordini per raggiungere $ 5K di guadagni. Per fare bene qui, di solito hai bisogno di molto traffico (ovvero, molti contenuti).
  2. Basso volume, alte commissioni. Ad esempio, programmi di affiliazione di lusso (orologi costosi o moda di lusso) e programmi di affiliazione di fotografia (attrezzatura fotografica costosa). Entrambi sono più di nicchia, ma richiedono meno conversioni per raggiungere un obiettivo di entrate.
  3. Alto volume, alte commissioni (…e alta concorrenza). I programmi di affiliazione finanziaria (come carte di credito e conti bancari) o i programmi di affiliazione SaaS (come il web hosting e gli strumenti di e-mail marketing) sono entrambi buoni esempi. Questi programmi sono così redditizi che potresti avere difficoltà a competere.

Già che ci sei, controlla la durata dei cookie del programma di affiliazione. Le durate dei cookie più lunghe (oltre 30 giorni) ti danno il tempo di convincere il tuo pubblico a prendere una decisione in merito all’acquisto.

In secondo luogo, valutare la concorrenza.

Un po’ di concorrenza può essere un buon segno. Se altre persone stanno andando bene nella nicchia, ci sono buone probabilità che tu possa farlo anche tu. Il modo più semplice per trovare concorrenti è semplicemente cercare su Google con i termini di ricerca per i quali vorresti che il tuo sito web venisse visualizzato.

Quindi, controlla quali programmi di affiliazione i tuoi concorrenti stanno promuovendo maggiormente su quelle pagine. Scopri quali termini offrono e come aderire al programma.

Questo è uno dei modi più efficaci per controllare i programmi di affiliazione, purché i tuoi concorrenti siano più avanti di te.

In terzo luogo, valuta la reputazione del brand

Stai costruendo il tuo brand e la tua immagine mentre promuovi i prodotti e i servizi di altre aziende. Sii selettivo nella scelta di chi rappresenti. Lavorare con aziende che non sono in linea con il tuo brand porta alla sfiducia del pubblico e danneggia il tuo marchio a lungo termine.

Vuoi anche verificare che il marchio che stai promuovendo abbia probabilità di conversione. Ciò significa guardare le loro pagine di vendita, il design ottimizzato per i dispositivi mobili e altre recensioni online. Pensa a cosa prenderesti in considerazione quando acquisti il prodotto come consumatore.

Ora che hai selezionato alcuni programmi di affiliazione nella tua nicchia, è il momento di creare contenuti.

4. Crea contenuti ottimizzati per il marketing di affiliazione

Crea contenuti ottimizzati per il marketing di affiliazione

Nessuno dei passaggi precedenti ha importanza se non disponi di contenuti di alta qualità che convertono.

La creazione di contenuti per il marketing di affiliazione è molto più che aggiungere semplicemente collegamenti a un post di blog esistente. Devi aiutare il tuo pubblico a prendere una decisione su un prodotto o servizio, direttamente sul tuo sito web, attraverso un forte copywriting e un design accattivante.

Alcuni esempi di contenuti per il marketing di affiliazione ad alta conversione includono:

  • Recensioni dei prodotti: quasi il 97% dei consumatori consulta le recensioni online prima di prendere una decisione di acquisto; quindi, le recensioni dei prodotti sono un punto fermo tra gli affiliati di marketing.
  • Classifica prodotti: la classifica dei prodotti su un tema o una categoria specifica portano diversi lettori a prodotti pertinenti e diversificano le tue entrate.
  • Confronto prodotti: simili alle recensioni dei prodotti, mettono prodotti simili uno accanto all’altro per evidenziare pro e contro. I confronti tra prodotti sono estremamente utili per orientare il pubblico.
  • Tutorial: i tutorial sono un’opportunità per evidenziare esattamente come funziona un prodotto in un semplice processo step dopo step. È probabile che i clienti si fidino e acquistino un prodotto quando possono vedere esattamente come funzionerà per loro.

Non dimenticare di includere un’informativa di affiliazione che informi il tuo pubblico che potresti guadagnare una commissione se acquistano dai tuoi link.

Dopo aver scelto un formato di contenuto, è il momento di ottimizzare la pagina per la conversione.

Ecco alcuni dei modi più importanti per farlo senza un sacco di plugin complicati.

Posizionamento dei pulsanti: un buon posizionamento e design dei pulsanti è particolarmente importante per convincere le persone a rispondere al tuo invito all’azione, sia che si tratti di registrarsi, abbonarsi o saperne di più. Il posizionamento dei pulsanti dovrebbe essere evidente, con inviti all’azione che suscitano interesse come “Leggi altre recensioni”, “Controlla il prezzo” e “Guarda altre foto”.

Ecco un esempio di recensione di un prodotto con un pulsante ben visibile:

Didascalie: chiamate anche caselle di testo, separano visivamente informazioni importanti dal resto del blog. Puoi utilizzarli per inserire statistiche che influenzano la decisione dei tuoi utenti per l’acquisto.

Ecco un esempio:

Grafici, diagrammi e tabelle di confronto: tanto quanto è necessario un contenuto scritto di qualità, i riepiloghi visivi delle informazioni sono altrettanto importanti. Offri agli utenti una panoramica dei dettagli chiave includendo grafici e diagrammi.

Ecco un esempio:

Immagini: le persone spesso prendono decisioni di acquisto basate sulle emozioni. Le immagini che rafforzano un particolare sentimento incarnato dai tuoi contenuti spingono i lettori verso la conversione. Ancora meglio se puoi includere foto dei risultati che un prodotto ti ha aiutato a raggiungere.

Banner: i banner possono essere accattivanti, ma sono anche facilmente ignorati a causa di una “cecità del banner” e le persone tendono a ignorarli completamente.

Popup: anche se i popup possono essere fastidiosi, sono anche molto efficaci nel convertire. Ogni popup è un’opportunità per influenzare gli utenti attraverso strategie come codici sconto e offerte a tempo limitato.

5. Porta traffico al tuo sito affiliato

Porta traffico al tuo sito affiliato

Ora è il momento di portare traffico verso il tuo sito. Questo può essere fatto attraverso piattaforme di social media, articoli del blog SEO ottimizzati ed elenchi di e-mail.

La chiave è che vuoi raggiungere le persone che stanno cercando di acquistare o acquisire il loro indirizzo e-mail per informare i lettori.

Fonti di traffico gratuite per il marketing di affiliazione:

I siti di social media come Twitter, TikTok, Instagram, Pinterest e YouTube sono tutte ottime fonti di traffico gratuito per il marketing di affiliazione, ma richiedono tempo e sforzi per farli funzionare.

Ma gli affiliate marketer di maggior successo investono nella crescita del traffico attraverso la SEO.

Scopri come funziona l’ottimazione SEO di un sito web e se hai bisogno d’aiuto rivolgiti ai migliori consulenti SEO.

Impara a fare la ricerca delle parole chiave e scegli come target le keywords basate sull’intento della ricerca, cosi da raggiungere gli utenti target. Usando questa tecnica, è molto più facile ottenere clic sui tuoi link di affiliazione e guadagnare commissioni.

Un’altra fonte di traffico gratuito è il marketing di affiliazione tramite e-mail.

6. Monitora e aumenta le tue entrate di affiliazione

Monitora e aumenta le tue entrate di affiliazione

Infine, è il momento di parlare del monitoraggio.

Il monitoraggio corretto è uno degli aspetti più importanti per un affiliate marketing di successo.

Avere visibilità su cosa funziona e cosa no nella tua strategia è ciò che ti aiuta a guadagnare di più, velocemente e con meno contenuti.

Ecco i due modi principali per migliorare la tua strategia di affiliazione con il monitoraggio:

Come tenere traccia dei tuoi link di affiliazione

Come abbiamo già accennato, il monitoraggio è estremamente importante per il marketing di affiliazione, ma come si monitorano i link di affiliazione? Esistono due modi comuni per monitorare, che ti consentono di valutare il successo delle tue campagne di affiliazione.

Esistono due modi per tracciare i link di affiliazione: con e senza l’uso dei cookie.

  • Il monitoraggio con cookie memorizza l’ID di un affiliato nel browser dell’utente come cookie con un periodo di durata determinato dall’inserzionista. Quindi, quando viene completa un’azione mirata da parte dell’utente, ad esempio l’acquisto del prodotto, il cosiddetto pixel di conversione legge le informazioni sui cookie e le invia al sistema, consentendo all’inserzionista di identificare l’affiliato. Si noti che questo metodo ha uno svantaggio: se il tempo del cookie scade o il lead utilizza un browser diverso, il tracciamento del collegamento non si verificherà.
  • Il tracciamento senza cookie memorizza tutte le informazioni sull’utente e sull’affiliato, incluso l’ID transazione, sul server dell’inserzionista, rendendo il processo di tracciamento indipendente dai cookie e dal dispositivo e dal. Una volta che il lead fa clic sul link, le informazioni pertinenti vengono trasferite al sistema.

Il tracciamento senza cookie è considerato più affidabile in quanto elimina una possibile perdita di conversione se il cookie è scaduto o l’utente utilizza un browser diverso per effettuare l’acquisto.

Per mitigare i rischi relativi ai cookie, è possibile impostare il tempo di scadenza dei cookie su un numero elevato, ad esempio 180 giorni. Ma anche questo lascia la possibilità che l’utente alla fine cancelli la cache del browser o utilizzi un browser diverso.

Conclusione

Il marketing di affiliazione può essere senza un enorme investimento, ma può essere fatto gratuitamente? direi di no. Iniziare l’affiliate marketing è comunque un’attività a basso costo.

Inizia con un blog, un elenco di e-mail e una piattaforma di social media più adatta al tuo pubblico. Usa le strategie di cui sopra e inizia la tua attività nel marketing di affiliazione.

FAQ sull’affiliato marketing

Quanto si può guadagnare con affiliate marketing?

Secondo PayScale, il reddito medio di un affiliato di marketing è compreso tra $ 51.000 e $ 71.000 all’anno. Ciò, ovviamente, dipende dalla nicchia e da quanto impegno viene dedicato a un trambusto secondario a settimana. Nella mia esperienza, maggiore è lo sforzo, più soldi puoi guadagnare.

Se vuoi sognare in grande e vedere le possibilità, scopri 28 siti Web di marketing di affiliazione venduti per 7 cifre (o più).

Come si chiama chi fa affiliate marketing?

Chi fa affilate marketing viene chiamato affiliate marketer e sono generalmente editori (proprietari di siti Web o applicazioni mobili) o reti pubblicitarie. Gli affiliate marketer sono talvolta chiamati anche partner, editori e venditori.

Cosa fa un’affiliate marketer?

L’affiliate marketer condivide un prodotto o servizio su un blog, una piattaforma di social media, un podcast o un sito web. L’affiliato guadagna una commissione ogni volta che qualcuno effettua un acquisto tramite il link di affiliazione univoco associato alla sua raccomandazione.

Lascia un commento

Adrian Gram

Contatta

info@adriangram.it

Collegati

Iscriviti

Unisciti alla mia mailing list per ricevere gli ultimi aggiornamenti.